In genere il calabrone attacca solo se disturbato ma è comunque considerato molto pericoloso perché se punge inocula una grossa quantità di veleno. Gli effetti della puntura durano anche diversi giorni, soprattutto se si ha una sensibilità particolare.

Le vespe sono insetti appartenenti, assieme ad api, calabroni e formiche, all’ordine degli imenotteri. Vivono in colonie organizzate in caste all’interno di nidi (vespai, alveari); alcune specie vivono solitarie e in nidi sotterranei (vespe scavatrici). 
La pericolosità delle vespe è associata alla loro aggressività: se disturbate accidentalmente possono attaccare pungendo in gruppo e ripetutamente, in tali casi l’individuo può subire rischiosi shock anafilattici.

Questi insetti costruiscono il loro nido nei posti più svariati: in aree esterne in cui è presente un elevata attività dell’uomo (cantieri, campi sportivi, scuole, etc.) costituendo così un rischio.
Per il controllo delle vespe e dei calabroni nelle aree esterne eseguiamo interventi diretti ai nidi mediante irrorazioni e fumigazioni; mentre per i nidi di api eseguiamo interventi di asportazione e trasloco in Per il controllo delle vespe e dei calabroni nelle aree esterne eseguiamo interventi diretti ai nidi mediante irrorazioni e fumigazioni; mentre per i nidi di api eseguiamo interventi di asportazione e trasloco in collaborazione con esperti apicoltori.
Le vespe che si introducono all’interno dei nostri edifici (caseattività commerciali, aule, industrie, etc.) possono essere controllate mediante trappole luminose (lampade UV) in quanto ne sono particolarmente attratte.

Vespa comune
(Vespula vulgaris)

Il nido può essere posto nel terreno o nelle aperture site in diversi ambienti.
La colonia è composta da pochi individui, poco aggressiva, reagisce solo se il nido viene toccato anche accidentalmente.

Vespa di terra
(Vespula germanica)

Il nido è spesso costruito
nel terreno, non visibile è quindi facilmente disturbabile.
Sono aggressive e particolarmente pericolose a causa del numero elevato di individui per nido.

Calabrone 
(Vespa crabro Linneo)

E’ il calabrone più comune in Italia. Può arrivare a misurare ben 3 cm! Il corpo è molto colorato: bande gialle e bruno-rossicce si alternano per tutta la sua lunghezza. Il pungiglione, presente solo nelle femmine, è dotato di dentelli taglienti che però non impediscono la sua estrazione.

Vespa gallica
(Polistes gallicus)

Il nido non sempre è visibile perchè posto nel terreno o in aperture, solitamente è un favo rivolto verso il basso. 
La colonia è formata da 1000-2000 individui.
Reagisce se il nido viene disturbato.