HACCP prevede di rivolgersi a ditte specializzate per l'esecuzione:

L'H.A.C.C.P. (Hazard Analysis Critical Control Point) è un metodo di autocontrollo igienico finalizzato a tutelare la salute del consumatore.
L'Italia ha recepito le normative europee (Dir.CEE n°43/93) e le ha rese operative emanando il D.L.n.155/97, in esso sono contenute le prescrizioni da osservare e con esso diviene necessaria l'applicazione della metodologia HACCP.
Il decreto 155/97 indica il sistema da adottare per procedere all'analisi dei pericoli che potrebbero verificarsi in un qualsiasi processo produttivo alimentare.
La sigla HACCP, in italiano significa: "analisi dei rischi – controllo dei punti critici" e quindi più semplicemente: "PREVENZIONE".
Il metodo parte dalla ricerca di tutti i pericoli che potrebbero insorgere sia durante le fasi produttive di un alimento, sia durante tutte le altre fasi successive come lo stoccaggio, il trasporto, la conservazione fino alla vendita al consumatore finale.
In pratica ognuna di queste fasi deve essere sottoposta ad una attenta analisi, in modo da individuarne i punti più a rischio (critici) per l’igiene del prodotto così da poter adottare dei sistemi di prevenzione adeguati. Il monitoraggio e la registrazione di tutti i fattori che possono concorrere al "rischio" permettono di individuare i comportamenti ottimali al fine di una valida prevenzione

Le fasi dell’ H.A.C.C.P.
Identificazione dei rischi potenziali associati alla produzione di un alimento in tutte le sue fasi ed identificazione delle misure preventive per il loro controllo.
Determinazione dei punti, delle procedure, e delle tappe operative che possono essere controllati al fine di eliminare i rischi o minimizzare la loro probabilità di verificarsi (punti critici di controllo, CCP).
Determinazione dei limiti critici che devono essere osservati per assicurare per assicurare che ogni CCP sia sotto controllo
Definizione di un sistema di monitoraggio che permetta di assicurarsi il controllo dei CCP tramite un test, oppure con osservazioni programmate.
Definizione di un'azione correttiva da attuare quando il monitoraggio indica che un particolare CCP non è sotto controllo.
Definizione di una documentazione riguardante tutte le procedure di registrazione appropriate a questi principi e loro applicazione
visualizza il decreto legge n. 155.97
I ns. servizi all’interno del procedimento H.A.C.C.P.

Un’attenta analisi ci obbliga a tenere in considerazione il rischio portato da possibili agenti infestanti esterni di origine animale; i punti critici da controllare risultano essere: topi e ratti, insetti striscianti, insetti volanti.

Ogni manuale HACCP prevede di rivolgersi a ditte specializzate per l’esecuzione di periodici monitoraggi, obbligatori anche in assenza di parassiti.